20/09/2021

Covid: fare coro in sicurezza

Indicazioni per lo svolgimento delle attività corali nel rispetto delle norme anticovid
[aggiornamento al 30 novembre 2021]

Con il recente Decreto Legge n. 172 del 26 novembre 2021, «a decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il Green Pass rafforzato; vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti

  • spettacoli
  • spettatori di eventi sportivi
  • ristorazione al chiuso
  • feste e discoteche
  • cerimonie pubbliche

In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato».
(Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 48 del 24 novembre 2021) 

In altre parole, come esplicitato anche dalla Circolare Agis n. 123 del 29 novembre, dal 6 dicembre al 15 gennaio il pubblico degli spettacoli deve essere in possesso della certificazione verde COVID-19 di avvenuta vaccinazione o di avvenuta guarigione, a esclusione dei soggetti di età inferiore ai dodici anni e/o esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica.
Tale disposizione fa sì che la capienza per il pubblico venga mantenuta al 100%. 

Resta tutt’ora da chiarire se il Green Pass rafforzato debba essere considerato necessario anche per chi si esibisce – nel nostro caso coristi, direttori ecc. – sia per quanto riguarda i concerti che per le prove.

Fermo restando il rispetto dei protocolli in essere relativi a distanziamento, corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale ecc., in attesa di ulteriori approfondimenti si ritiene di consigliare ai cori di agire con buon senso nel rispetto delle singole individualità e specificità.

► Con l'ordinanza del Ministero della Salute del 26 novembre, con il passaggio del Friuli Venezia Giulia a zona gialla le misure di cui sopra si applicano a partire dal 29 novembre.

Alla luce di questo, riassumiamo le principali misure da rispettare per lo svolgimento delle attività corali in sicurezza come previsto dalle normative.

Per le prove 

  • assicurarsi che i coristi siano muniti di green pass valido, a esclusione dei minori di 12 anni e dei soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica;
  • la validità del green pass può essere verificata con l’apposita App VerificaC19 disponibile su App Store o PlayStore;
  • compilare un foglio firme delle presenze a ciascuna prova da conservare per 14 giorni;
  • evitare di partecipare alle prove qualora si manifestino sintomi da infezione respiratoria e febbre (> 37,5°), nonché ovviamente chi è sottoposto alla misura dell’isolamento, essendo risultato positivo al virus, o della quarantena precauzionale qualora sia stato identificato come contatto stretto;
  • organizzare gli spazi in modo da assicurare il mantenimento della distanza interpersonale laterale dei coristi di almeno 1 metro e almeno 2 metri tra le eventuali file del coro e dal direttore;
  • evitare la condivisione di oggetti, libri, partiture, strumenti ecc., così come cibo e bevande;
  • indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie in tutti gli spostamenti (dall’ingresso alle prove fino al deflusso);
  • la mascherina potrà essere rimossa per cantare solo qualora siano garantiti i distanziamenti di cui sopra;
  • garantire la frequente pulizia degli ambienti, la disinfezione delle superfici toccate con maggiore frequenza, il ricambio dell’aria.

Per i concerti

Oltre a quanto sopra riportato, che si intende riferito agli esecutori, si raccomanda di attenersi scrupolosamente a quanto contenuto nelle Linee guida della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome del 28 maggio 2021, alla sezione Spettacoli dal vivo, e in particolare: 

  • riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti;
  • raccomandare l’accesso tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni;
  • potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C;
  • rendere obbligatoriamente disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale;
  • non è consentito assistere in piedi allo spettacolo;
  • i posti a sedere dovranno prevedere un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro con l’obbligo di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie.

Resta inteso che, oltre al rispetto delle linee guida, ai sensi del decreto legge n. 172 del 26 novembre l’organizzatore del concerto (il coro o chi per esso) dovrà: 

  • verificare che tutti gli spettatori siano in possesso di green pass rafforzato (fino al rilascio dei nuovi QR code vale il certificato vaccinale o quello di avvenuta guarigione);
  • assicurarsi che il numero e l’organizzazione dei posti a sedere rispetti il protocollo covid previsto dal proprietario/gestore della sala.

Per maggiori informazioni si raccomanda di leggere attentamente quanto contenuto nelle Linee guida della Conferenza delle Regioni aggiornate al 28 maggio 2021 e quanto indicato sul sito di Feniarco.

► Vai alle Linee guida della Conferenza delle Regioni
► Vai alla pagina dedicata sul sito di Feniarco

Linee guida della Conferenza delle Regioni

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.